18 mesi di #Sdgspertutti

Quasi due anni fa, a Bottega Filosofica abbiamo inaugurato una rubrica mensile sul nostro Blog — e sulla newsletter di Spazi dell’anima, Pausa. — che abbiamo intitolato #SDGspertutti.

L’intento era quello di “aprire la riflessione sulle cose che ciascuno di noi può fare, nella propria vita personale — le azioni che intraprendiamo, le cose che compriamo, il modo in cui pensiamo, come interagiamo con i nostri amici e la nostra famiglia, le vacanze che facciamo…. — per avere un impatto positivo sul mondo e contribuire al raggiungimento dei traguardi fissati dall’Agenda 2030”.

Siamo andati avanti mese dopo mese esaminando un Obiettivo di Sviluppo Sostenibile al mese cercando ogni volta di applicare uno sguardo ‘obliquo’ che non mettesse l’attenzione su quello, pur determinante, che fanno i Governi, le Amministrazioni Pubbliche, le ONG e le imprese ma su ciò che tutti noi possiamo e dobbiamo fare nei nostri micro comportamenti quotidiani cambiando le abitudini consolidate che senza che ne siamo consapevoli favoriscono o rallentano il raggiungimento degli obiettivi.

Nel già citato articolo di lancio della rubrica, nel mese di marzo 2019, riportavamo queste parole di Alison Carlman — Direttore Marketing della Global Giving Foundation, la più grande comunità globale di crowdfunding per le organizzazioni no profit che operano su progetti di sviluppo in tutto il mondo — «Noi come individui dovremmo iniziare riconoscendo il lavoro che deve prima di tutto avvenire in noi stessi per rendere le nostre famiglie, le nostre amicizie e le nostre comunità più complete. Gli Obiettivi globali ci aiutano a esaminare le nostre vite per identificare i modi in cui il nostro stile di vita contribuisce effettivamente alla disuguaglianza, all’ingiustizia, al cambiamento climatico e alla povertà estrema in tutto il mondo».

A quelle ci siamo ispirate in tutti questi mesi nella nostra passeggiata critica attraverso l’Agenda 2030 e così abbiamo parlato di interdipendenza a proposito dell’#obiettivo17; della pratica del pensiero critico relativamente all’#obiettivo16; di economia circolare e comportamenti sostenibili nel caso dell’#obiettivo15; di turismo sostenibile e souvenir affrontando l’#obiettivo12; delle pari opportunità e della pratica dell’empatia nella sua accezione filosofica a proposito dell’#obiettivo10; della nostra partecipazione a #Fridaysforfuture e del perseguimento della carbon neutrality attraverso i comportamenti quotidiani nel caso dell’#obiettivo13.

Abbiamo esplorato tutte le parole dell’educazione — educare, appunto, formare, apprendere, insegnare, imparare — e i loro significati per comprendere come fondare l’apprendimento nel desiderio e nell’esperienza quando abbiamo preso in esame l’#obiettivo4.

Quando ci siamo avvicinate all’#obiettivo5, la prospettiva è stata quella del linguaggio, delle parole che usiamo tutti i giorni e dei pregiudizio inconsapevoli che contengono. Protagonisti della riflessione sull’#obiettivo11 sono state le Transition Town e l’esperienza condotta da Bottega Filosofica in quello che era il IX Municipio di Roma;

Abbiamo parlato di spreco alimentare e di dieta sostenibile quando abbiamo affrontato l’#obiettivo2 e di contributi delle colf e didattica a distanza nell’affrontare l’#obiettivo1.

Ci siamo immersi nella conoscenza delle ‘case passive’ come strumenti massimamente efficaci per raggiungere l’#obiettivo7 e in alcune sorprendenti innovazioni che possono contribuire, insieme a comportamenti individuali virtuosi, a salvaguardare gli oceani, quando ci siamo interrogate sull’#obiettivo14.

L’ultimo obiettivo su cui abbiamo scritto è l’#obiettivo3, mai tanto attuale come in questi mesi, quando abbiamo esplorato il concetto di salute e benessere in una logica sistemica.

E’ stato un cammino lungo e ripercorrerlo qui a ritroso è quasi emozionante. Finora abbiamo detto la nostra su 14 dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU e abbiamo scritto a partire da riflessioni interne a Bottega Filosofica.

Sui prossimi due, l’obiettivo 8 — Lavoro dignitoso e crescita economica e l’obiettivo 9 — Imprese, innovazione e infrastrutture, scriveremo a partire da due eventi della nostra “Filosofia in giardino”, due conversazioni filosofiche che si terranno presso la nostra Bottega in Via Carlo Denina 72 a Roma, in occasione del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020.

Si tratta di due momenti nei quali, con il nostro peculiare stile dialogico ci interrogheremo insieme su due coppie dialogiche, due tematiche che ci sembrano quanto mai attuali in questo 2020 andato sottosopra.

Il 28 ottobre il tema sarà “Tempo di vita-tempo di lavoro”. Lavoro e scuola a distanza, smart working, frequentazioni ridotte e spostamenti limitati stanno cambiando profondamente la nostra vita. Come? Fino a dove? Con quanto possibilità di scegliere? E nel confronto con ciò che sta accadendo siamo attivi o passivi? Abbiamo margini di autonomia nel cambiare il nostro modo di vivere? Quali? Come aprirli e gestirli?

Sono queste alcune delle domande che ci porremo insieme certe che il confronto aperto e sincero amplierà il nostro sguardo aprendo varchi di possibilità ancora non visti.

Il 7 ottobre il nostro dialogo verterà su due concetti apparentemente contrapposti come Abbondanza e Scarsità. Quali significati assumono oggi questi termini? In che modo la pandemia ha spostato l’attenzione? Siamo nel regno del materiale o dell’immateriale? E anche qui: agiamo o subiamo? Siamo liberi? E quanto liberi e quanto e da cosa vincolati? La prospettiva è individuale o collettiva e come tenerle insieme?

Vi è venuta voglia di partecipare? Se si scriveteci presto perché, per garantire il necessario distanziamento, i posti disponibili saranno, purtroppo, solo dieci. Per iscriversi è indispensabile inviare una mail a info@Bottegafilosofica.it entro massimo due giorni prima del singolo evento. Se poi non riuscite a partecipare, potete sempre iscrivervi alla nostra newsletterPausa.” sulla quale pubblicheremo quanto sarà emerso.

Vi aspettiamo.

Pensare Bene per generare valore per tutti — Bottega Filosofica, filosofia in pratica dal 2012

Pensare Bene per generare valore per tutti — Bottega Filosofica, filosofia in pratica dal 2012